Il Direttore delle Relazioni Esterne Enel, Gianluca Comin (S), regala al sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, una bicicletta elettrica Enel Green Power durante l’inaugurazione del tour ‘Enel 5.0’ Napoli, 31 maggio 2012. ANSA/CIRO FUSCO

Cambia, inoltre,  il paniere Istat per l’inflazione. A rappresentare le nuove abitudini di consumo delle famiglie nel 2019 entrano: frutti di bosco e zenzero tra i beni alimentari; bicicletta elettrica e scooter sharing nell’ambito dei trasporti; la cuffia con microfono nel settore tecnologico; l’hoverboard (la tavola elettrica munita di ruote) come articolo sportivo; e la web tv all’interno degli abbonamenti alla pay tv. Escono invece il supporto digitale da registrare (come cd e dvd vergini) e la lampadina a risparmio energetico. 

Gli ingressi nel ‘bilanciere’ Istat indicano come gli italiani siano sempre più orientati a una mobilità sostenibile (bici elettrica e scooter sharing) e sempre più tecnologici, come suggeriscono gli acquisti di cuffie dotate di microfono, utilizzate sia per la comunicazione via web che per i videogiochi. L’Istat certifica poi il successo dell’internet tv e dell’hoverboard, lo skateboard elettrico desiderato da bambini e non solo. La lampadina a risparmio energetico è stata invece sostituita nelle decisioni di acquisto dalla “più moderna lampadina a Led, già presente nel paniere dei prezzi al consumo”, spiega lo stesso Istituto di statistica. Oltre agli ingressi ‘ex novo’, l’Istat ha anche apportato degli aggiustamenti: ad arricchire la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati, entrano così ‘Tavolo, Sedia e Mobile da esterno’ (tra i mobili da giardino), ‘Pannoloni e Traversa salvaletto’ (tra i prodotti medicali) e i prezzi dell’Energia elettrica del mercato libero, che affiancano quelli del regime di maggior tutela (anche se la completa liberalizzazione è slittata al prossimo anno). Riassumendo, nel paniere del 2019 utilizzato per il calcolo degli indici Nic (per l’intera collettività nazionale) e Foi (per le famiglie di operai e impiegati) figurano 1.507 prodotti elementari (1.489 nel 2018), raggruppati in 922 prodotti, a loro volta raccolti in 407 aggregati; mentre per l’elaborazione dell’indice Ipca (quello armonizzato a livello europeo) si adotta un paniere di 1.524 prodotti elementari (in lieve ampliamento rispetto ai 1.506 nel 2018), raggruppati in 914 prodotti e 411 aggregati.

Please follow and like us:
RSS20
Facebook0
Facebook
YouTube2k
LinkedIn500

Latest News

RSS20
Facebook5k
Facebook
YouTube2k
LinkedIn500